en
Return to Marmomac

Volumi d’autore: Konstantin Grcic disegna una collezione di astratti oggetti di pietra

27/06/2019


Presentata sotto forma di installazione presso la Galleria Kreo, spazio espositivo con sedi a Parigi e Londra e specializzata nella produzione di pezzi in collaborazione con i più importanti designers internazionali, Volumes è una collezione di sei oggetti monolitici realizzati in pietra naturale e disegnati da Konstantin Grcic. Si tratta dell'espressione di una ricerca progettuale che prescinde dall'uso di tali oggetti che rimangono pertanto sospesi tra la dimensione del design e quella puramente artistico-espressiva.

Pura espressione

Se Grcic è generalmente noto per la sua capacità tecnica nel disegnare fin nei minimi dettagli i suoi oggetti di design, in questo caso il designer germanico ha interpretato il progetto come un esercizio di semplicità sia nell'espressione che nella costruzione: ecco la scelta della pietra naturale come materiale unico, senza altri elementi aggiunti. I sei pezzi della collezione risultano così oggetti scolpiti piuttosto che costruiti, ottenuti dal semplice taglio di un blocco di marmo Bleu di Savoia. Le superfici ottenute a seguito del taglio apparivano però troppo levigate, e invece di accentuare l'effetto domestico con la lucidatura Grcic ha optato per una sabbiatura che riporta la materia a una consistenza granulosa più naturale. Questi semplici gesti progettuali – il taglio e la sabbiatura – sono finalizzati al esaltare l'astratta forma degli oggetti: le forme di ciascun pezzo sono apparentabili per dimensioni e mimesi a oggetti d'uso come sedute o sgabelli, ma intenzionalmente rifuggono da una funzionalità chiara e diretta.

Un omaggio a Castiglioni

Un foro circolare posto alla base di ciascun oggetto della collezione, apparentemente poco eloquente, rappresenta in realtà un esplicito omaggio a uno degli oggetti di design più iconici del design italiano, la lampada Arco disegnata da Achille e Pier Giacomo Castiglioni. Il foro nella base in marmo di Carrara della Arco aveva lo scopo di consentire di infilare il manico di una scopa, grazie al quale due persone avrebbero potuto sollevare e spostare la lampada. Un dettaglio ironico e geniale, citato in Volumes a partire da questo sia pur minimo carattere funzionale e capace di caratterizzare la collezione disegnata da Konstantin Gricic con un segno elegante e discreto di quella domesticità da cui programmaticamente si discosta per dare forma a dei raffinati conversation pieces.

Progetto: Konstantin Grcic
Produzione: Galerie Kreo
Realizzazione: 2018
Immagini: www.galeriekreo.com