Un cubo di pietra

01/04/2019


Il progetto di Wespi de Meuron per un'abitazione ad Ascona

Ci sono occasioni in cui l'architettura è intimamente legata al luogo, sia dal punto di vista del paesaggio naturale che degli elementi costruttivi che lo caratterizzano. È sicuramente così per la casa di pietra portata a termine nel 2018 dagli architetti Wespi De Meuron Romeo ad Ascona, paese affacciato sul versante ticinese del lago Maggiore.

Il luogo

Un preesistente edificio da ristrutturare ha rappresentato il punto di origine di un progetto che ha saputo guardare alle caratteristiche del luogo, non lontano dal nucleo storico di Ascona e dotato di una ampia veduta sui tetti dell'abitato, sul lago Maggiore e verso le montagne circostanti. Il ripido pendio naturale è stato nel tempo regolarizzato da alti muri di sostegno, tradizionalmente realizzati con la pietra del luogo. Ed è a partire da tali elementi che prende avvio il progetto architettonico della casa.

L'uso della pietra naturale

I muri di pietra che regolarizzano il pendio si elevano a definire un volume cubico, caratterizzato dal rivestimento in pietra naturale ricavata da sassi di recupero e da pietre proveniente dagli scavi in roccia; una rasatura a intonaco delle commessure conferisce il senso di una superficie massiva. La tessitura lapidea caratterizza sia i fronti esterni che alcune pareti interne: il volume cubico appare pertanto come un grande masso eroso dall'apparente naturalezza e irregolarità delle aperture, piccole finestrelle, logge e grandi vetrate verso il lago e il giardino.

Tra esterno e interno

La pietra si insinua anche negli spazi interni: oltre ad alcuni brani delle pareti, sono le pavimentazione a tessere la continuità tra spazi esterni e interni, con le lastre che dal giardino, dalle scalinate e dai piani terrazzati scivola negli ambienti di soggiorno. Verso monte la continuità è massima in prossimità della roccia affiorante, che vede fronte a fronte, a parità di materia litica, l'aspetto naturale del pendio e quello artificiale del volume costruito.

I progettisti

Markus Wespi e Jérôme De Meuron hanno fondato il proprio studio nel 2002, al quale si è aggiunto come partner Luca Romeo nel 2012. Il loro lavoro si sviluppa sia in Svizzera che in ambito internazionale, ed è incentrato soprattutto nell'ambito dell'architettura residenziale, facendo della materia costruttiva una chiave espressiva controllata da una geometria rigorosa.

Progetto: Wespi de Meuron Romeo architects

Localizzazione: Ascona, Svizzera
Realizzazione: 2017
Immagini: Hannes Henz