en

Icon Award

Seleziona il progetto con la pietra che diventerà l’immagine della campagna di comunicazione nell'edizione successiva di Marmomac

Icon Award 2018

Individuare l’opera o il progetto che grazie al suo intrinseco valore simbolico possa diventare l’icona protagonista della campagna di comunicazione di Marmomac per l’anno successivo, immaginare il visual in grado di dare voce nel mondo alla fiera e all’intero settore, attraverso un’unica, evocativa immagine.
A questo scopo torna l’Icon Award, il premio ideato da Veronafiere, giunto quest’anno alla sua terza edizione.

Il prestigioso riconoscimento è riservato a tutte le installazioni esposte presso The Italian Stone Theatre, il padiglione realizzato da Marmomac per celebrare l’eccellenza italiana del design e della tecnologia applicate alla lavorazione della pietra. Un vero e proprio omaggio alla creatività e al saper fare made in Italy.

Una giuria di esperti – composta da autorevoli esponenti del mondo del design, dell’architettura, del giornalismo e della cultura – analizzerà le opere presenti e sceglierà quella che meglio di tutte sarà in grado di comunicare la bellezza e la versatilità della pietra unitamente all’abilità artigianale e industriale delle aziende italiane. Un riconoscimento quindi alla pura creatività che, complice il “genio italiano”, saprà dare vita e significato alla pietra.

Il vincitore dell'Icon Award 2018

Vicentina Marmi con Donatoni Macchine e Arabescato Orobico di Cave Gamba
Italia
Marea di Elena Salmistraro, una delle opere protagoniste della mostra Liquido, Solido, Litico ospitata all'interno del padiglione The Italian Stone Theatre, è stata eletta all'unanimità vincitrice della 3a edizione dell'Icon Award. Marea, prodotta da Vicentina Marmi con Donatoni Macchine e Arabescato Orobico di Cave Gamba, diventerà dunque l'icona protagonista della campagna di comunicazione di Marmomacc 2019.

Il vincitore dell'Icon Award 2017

Paolo Ulian | Silvestri Marmi Italia

DRAP

Nel 2017 ad aggiudicarsi l’Icon Award è stata l’opera DRAP, il tavolino disegnato da Paolo Ulian per l’azienda Silvestri Marmi nell’ambito della mostra Territorio & Design, con la seguente motivazione: “Per la capacità di aver trasformato un difetto che si procura dalla lavorazione meccanica in una qualità estetica, rendendo il progetto iconico; il marmo Zebrino assume qui una leggerezza inedita simile a un drappeggio e un’estetica molto significativa che si presta a diversi utilizzi grazie alla sua versatilità. L’opera unisce in modo armonico creatività, innovazione, perizia artigianale e design in un felice connubio che celebra il made in Italy in una forma di assoluta eccellenza”.