en

Un’Icona di pietra per Marmomac

03/09/2018


Attesa per il terzo Icon Award

Se il marmo e la pietra sono per natura intrinsecamente materici e pesanti, un'icona ha un carattere idealmente leggero e inconsistente, immateriale come solo un'immagine può essere. Un'icona di pietra pare dunque una contraddizione in termini. A questa apparente contraddizione risponde la sfida dell'Icon Award, il riconoscimento ideato da Veronafiere e giunto quest’anno alla sua terza edizione con lo scopo di individuare un’opera o un oggetto che per forma simbolica possa diventare l’icona rappresentativa della campagna di comunicazione di Marmomac per l’anno successivo.

Una giuria di esperti, composta da autorevoli esponenti del mondo del design, dell’architettura, del giornalismo e della cultura, analizzerà le opere esposte presso The Italian Stone Theatre, il padiglione realizzato da Marmomac per celebrare l’eccellenza italiana del design e della tecnologia applicate alla lavorazione della pietra. A loro la scelta dell'opera che riterranno maggiormente rappresentativa per comunicare la bellezza e la versatilità della pietra unitamente all’abilità artigianale e industriale delle aziende italiane.

Nel 2016 ad aggiudicarsi il primo Icon Award è stata l’opera Panca Play disegnata da Denis Santachiara per l’azienda Costa Paolo: un oggetto totalmente inedito dal grande valore inventivo a livello tipologico, che attraverso la citazione dei corni diffusi in area alpina ha definito un oggetto a forte destinazione urbana capace di trasformare, attraverso una tecnologia non invasiva, lo spazio collettivo in uno spazio sonoro.  Playa Panca ha rappresentato l'immagine di Marmomac 2017, mentre l’attuale edizione 2018 nasce sotto il segno di Drap, l’opera firmata da Paolo Ulian e realizzata da Silvestri Marmi che si è aggiudicata l’Icon Award 2017. La leggerezza simile a un drappeggio di Drap trasfigura un difetto derivante dalla lavorazione meccanica in una qualità estetica: in ciò rappresentando il valore iconico delle iniziative di Marmomac, un connubio tra creatività e innovazione, perizia artigianale e design.