Mirador de pedra

24/09/2018


Un eccezionale luogo panoramico dove l’architettura si fonde con il paesaggio

Una mirabile fusione di architettura e paesaggio che ha nella pietra, quella di cui è fatto il luogo e quella utilizzata nella costruzione del progetto, la sua essenza. È questo il Mirador Pedra da Rá, straordinario affaccio panoramico sulla costa dell'Oceano Atlantico a Ribeira, nella provincia della Coruña.
La demolizione di una scala in cemento, costruita negli anni '80 per arrampicarsi sulla roccia e da lì osservare l'orizzonte, ha posto le basi di un progetto che si è posto fin da subito l'obiettivo di recuperare lo stato naturale del sito, promuovendo così la valenza turistica del luogo. Carlos Seoane, architetto con una esperienza a fianco di Alvaro Siza e come local partner per i progetti nella zona di David Chipperfield e Peter Eisenman, ha inizialmente pensato a un semplice ripristino del sito: ma ripulendo l'ambiente dai sedimenti e dagli arbusti sono apparse nuove formazioni rocciose che hanno fatto ripensare al progetto originale.

È maturata così la scelta di articolare distinti percorsi pedonali, uno verso il vicino insediamento celtico di Cidá Castro, di grande valore archeologico, e un altro verso le dune del Parco Naturale del Corrubedo. In questo modo diventa possibile contemplare entrambi gli orizzonti, quello sull'oceano e quello verso il parco naturale, e il luogo non è più incentrato solo su un'esperienza visiva bensì sul movimento attraverso i diversi percorsi.
La scelta dei materiali di progetto è andata verso l'uso di materiali locali, come il granito proveniente dalla cava di Confurco, a soli 10 km dal sito, utilizzato per gli elementi massivi e scultorei – scale, parapetti-panche, muri di sostegno. Per le pavimentazioni sono state inoltre utilizzate piastrelle in pietra di recupero, le cosiddette pedras vellas, e acciottolato proveniente da scarti di altre opere. Il progetto del Mirador è risultato vincitore nel 2017 per la categoria Spazi pubblici del Premio COAG, il Collegio degli Architetti della Galizia.